Isola di Spinalonga

Guida di Creta

Le risposte a tutte le vostre domande

Creta, perla del Mediterraneo, è un’isola bellissima e perfetta per le vostre vacanze: tantissime sono infatti le opportunità presenti sul territorio cretese: dallo svago al relax,dalla cultura alla storia, e così via. Per ogni dubbio, su come raggiungere questa meta, su cosa portare con voi, cosa visitare o fare una volta arrivati, troverete in questa breve guida tutte le risposte che desiderate.

Il viaggio
Il modo più comodo per raggiungere l’isola è certamente l’aereo: moltissime compagnie attive in Italia organizzano, nella stagione estiva, voli anche giornalieri fino a Creta. La maggior parte di questi voli vi farà sbarcare nell’Aeroporto Internazionale di Heraklion, che si trova a soli quattro chilometri dalla principale città dell’isola. Altri scali minori sono quello di Chania, che si trova nella parte opposta dell’isola (a Ovest, dunque) rispetto al precedente: tenendo conto che la distanza tra questi due punti è abbastanza grande, vi consigliamo di prestare attenzione a quale aeroporto il vostro volo ha come punto d’arrivo, per evitare di trovarvi a tre o anche quattro ore dalla destinazione della vacanza. Quello di Creta-Sitia è invece un piccolo scalo riservato soltanto a voli nazionali.

Se invece avete scelto di raggiungere l’isola in traghetto dovrete effettuare un cambio di imbarcazione presso il Pireo, il grande porto di Atene che è raggiungibile dalle coste italiane, e poi da lì riprendere il mare verso Creta con un viaggio di circa nove ore (le tratte turistiche sono due: una verso Heraklion e una verso Chania, in estate troverete circa 4 viaggi al giorno).

Una volta raggiunta l’isola, se non vi fidate a viaggiare con i mezzi pubblici, potrete tranquillamente noleggiare, anche presso gli stessi aeroporti, sia auto che moto, con prezzi sensibili di importanti riduzioni se prenotate on-line in anticipo.

Quando
Ovviamente Creta è perfetta per essere visitata in estate, quando le sue spiagge sono completamente fruibili e il clima è perfetto per ogni attività: durante l’alta stagione però l’isola è popolata da un grandissimo numero di visitatore; se dunque preferite una maggiore tranquillità il nostro consiglio è di partire prima, o in primavera o a settembre, mesi in cui comunque le temperature rimangono estive. E Creta d’inverno? Beh, certamente perde molte delle sue particolarità, siccome non è stagione di bagni e spiaggia, ma comunque, se il vostro viaggio è impostato solamente sul piano storico-culturale, questa non è certo un opzione da buttare.

Strutture
Qualsiasi sia la vostra preferenza riguardo a dove dormire durante la vacanza, Creta saprà accontentarvi: l’isola offre infatti una grandissima varietà di strutture, dagli hotel più lussuosi a quelli più low-cost, passando per campeggi, villaggi, appartamenti e ostelli. A voi la scelta se rimanere in una grande città o soggiornare in un più piccolo paese sulla costa, l’unico consiglio che vi possiamo dare è di prenotare, come sempre, con un po’ di anticipo, sia per assicurarvi di trovare disponibilità sia per provare a strappare qualche sconto.

Storia
Creta è innanzitutto la culla della civiltà minoica, una delle prime civiltà mediterranee, insediatasi nell’isola più o meno 3000 anni prima della nascita di Cristo. I Cretesi ci hanno lasciato in eredità grandissimi reperti, tra i quali il principale è il monumentale Palazzo di Cnosso, residenza reale situata a breve distanza dalla città di Heraklion. La civiltà cretese ha, attorno al secondo millennio a.C. lasciato posto a quella micenea, che è poi stata seguita da quella dorica: a questi secoli risale un periodo abbastanza buio, soprattutto sotto i Dori (il cosiddetto “Medioevo ellenico”) per l’isola.

Durante il periodo di splendore di Roma, Creta è riconosciuta come un luogo densamente popolato da pirati, e quindi molto evitato dalle navi della Repubblica prima e dell’Impero poi. Nel 27 a.C. comunque l’isola fu incorporata a Cirene come provincia romana, e, alla caduta dell’Impero, essa entrerà a far parte dei territori di Bisanzio. Dopo un breve possesso arabo tra il IX e il X secolo, Creta tornò prima all’Impero d’Oriente per poi, durante la Quarta Crociata, passare sotto il comando di Venezia, periodo che ne segnò la una vera e propria rinascita culturale (in questo periodo il nome cambio in Candia).

Mappa di Creta