Alla scoperta della civiltà minoica aFesto

Home > Heraklion > Festo
Condividi sui social

Alla scoperta della civiltà minoica a Festo

D’accordo, se siete appassionati di archeologia (e se avete deciso di passare le vacanze sull’isola di Creta non potete non esserlo) solo il fatto di aver visitato Cnosso, con il suo leggendario palazzo, potrebbe avere soddisfatto la vostra sindrome di Indiana Jones. Eppure c’è qualcos’altro che davvero non potete farvi sfuggire, Festo di Creta.

Stiamo parlando di Festo, comune cretese di circa 25mila abitanti che si trova nell’unità periferica di Candia, nella parte centro meridionale dell’isola, a 55 chilometri a sud di Iraklio, al centro di un’area molto fertile dove scorre il fiume Geropotamos. E anche Festo è nota soprattutto per la sua area archeologica. La zona di Festo è stata abitata sin dall’epoca neolitica (3000 aC), grazie anche a due importanti aree portuali, che rispecchiavano la grande attività commerciale e finanziaria dell’insediamento. Secondo la mitologia, re di questa città era Radamante, fratello di Minosse e figlio di Zeus. La città è stata distrutta nel secondo secolo aC, ad opera della rivale Gortys. Gli scavi, che sono stati eseguiti dalla Scuola Italiana di Archeologia intorno agli inizi del 1900, hanno portato alla luce un imponente palazzo, distrutto nel 1700 aC. Al suo posto venne costruito un nuovo palazzo, a sua volta andato distrutto nel 1450 aC  probabilmente a causa dell’eruzione vulcanica di Thira.

Certo, Festo è sicuramente meno nota rispetto a Cnosso, anche per il fatto che da queste parti non ci sono storie leggendarie né labirinti o minotauri. Ma questo certo non significa che le rovine siano meno affascinanti. Il palazzo di Festo presenta un cortile occidentale, un teatro, un cortile superiore e una grande scalinata porta alle stanze del secondo palazzo. Sotto gli appartamenti reali, a nord, è stato trovato il famoso disco di Festo, un pregevole manufatto d’argilla con incisi geroglifici. Il cortile principale del Palazzo minoico è vasto e mantiene la sua originaria pavimentazione di pietre. Inoltre è possibile ammirare la scalinata dell’ingresso monumentale del palazzo del XVI secolo aC, da cui è possibile godere del bellissimo panorama sul mare e sulla piana di Messara, un tempo regno incontrastato, per secoli, della civiltà Minoica. Insomma, non ci sono dubbi: dopo Cnosso, anche Festo merita eccome una visita.

Richiedi Preventivo

il preventivo è gratuito e senza vincoli.
In genere viene fornito in giornata o comunque entro le 24h

Il preventivo è omnicomprensivo e gratuito

Prosegui